Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Buzzoni vince bene in Fissero

Buzzoni vince bene in Fissero

In un Fissero bollente per le alte temperature e oltremodo  avaro di catture, si è svolta, il 16 giugno scorso, la seconda prova del provinciale feeder di Bologna. Una ventina gli agonisti impegnati, orfani di alcuni iscritti alla prima prova, impegnati nella concomitante seconda manches del Campionato Italiano individuale di pesca al colpo.

Le comode sponde cementate del canale mantovano hanno accolto gli appassionati feederisti, già consapevoli, dal risultato delle prove, che si sarebbero dovuti confrontare con delle notevoli difficoltà per ingannare qualcuna delle tantissime breme del canale.

E le intuizioni, purtroppo, non sono state sbagliate poiché per moltissimi è stata una vera e propria lotta di pazienza ed attesa per veder le sensibili vette delle canne vibrare per una tocca. Migliori prestazioni di giornata quelle di Mauro Buzzoni, assoluto di giornata, e Verter Bergonzoni, entrambi oltre i 5.000 punti frutto di 6/7 pesci in nassa; per tutti gli altri il numero delle catture si è ulteriormente ridotto, assestandosi sulle due/tre per coloro che hanno fatto i piazzamenti di settore. Generalmente si è trattato di pesci importanti, anche oltre il chilo di peso, catturati senza una apparente strategia vincente se non quella della breve distanza, attorno ai 20 metri. Ad ulteriore dimostrazione delle difficoltà sostenute, va detto che se la competizione fosse durata mezz’ora in meno per buona parte dei presenti la pesata si sarebbe risolta velocemente con la consegna della nassa vuota, visto che nell’ultima frazione di gara, anche negli ultimi minuti, molti hanno “bollato”, dopo oltre 250 minuti di tentativi e speranza andate a vuoto.

La classifica generale vede un quintetto del GPO Tubertini condurre la graduatoria, con in testa il vice campione Italiano di specialità Riccardo Favalini che precede Bergonzoni. Leggermente più staccato Buzzoni, che con 5 punti precede Borgatti e Tarozzi, rispettivamente a 7 ed 8. Ma la classifica è certamente ancora molto fluida e suscettibile di importanti cambiamenti, visto il prossimo appuntamento in programma a fine agosto ad Anita, altro campo di gara che rappresenta una incognita in termini di pescosità.




 

                                                                                                                                        Angelo Borgatti