Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Anna Sgobbo, dall'Idrovia con grinta!

Anna Sgobbo, dall'Idrovia con grinta!

La prima prova del Campionato Italiano Donne di pesca al colpo, disputata nell'Idrovia Veneta alle porte di Padova due settimane orsono, si è avuta la conferma del valore di una delle nostre giovanissime agoniste che rappresenta veramente il futuro in rosa della specialità: Anna Sgobbo.
La talentuosa giovane che gravita alla corte di quel talent scout che risponde al nome di Paolo Bettella e della sua Pescatori Padovani, anche in questo inizio stagione sta confermando quanto visto nelle ultime due annate, in cui ha vestito prima la maglia di campionessa italiana e poi della Nazionale trionfante nell'ultima rassegna iridata femminile. Ho incontrato Anna all'indomani della grintosa prova dell'Idrovia, con la quale abbiamo analizzato la sua gara.

Allora Anna, sei uscita alla grande dall'idrovia...
"Posso dire di essere soddisfatta della mia gara e di come si sono messe le cose. Venivo da diverse sessioni di prova e gare varie e credo di aver inquadrato bene il comportamento dei pesci padovani."

Che Idrovia hai trovato sul tuo cammino?
"Innanzitutto ti confermo il buono stato di salute del canale patavino, che ha risposto veramente bene, sia in termini tecnici che di pescato. La nota tecnica prevalente è stata proprio questa: la ricerca del pesci di taglia migliore, i carassi, scansando le tantissime plaquette e gardoncini che popolano il canale. Peccato per il maltempo che ha influenzato la gara, comunque è andata bene comunque."

Ti sei trovata in un settore di ferro a doverti confrontare con campionesse come Simona Pollastri, Valentina Borsari...
"Si, il settore era proprio tosto e anche per questo sono molto contenta della mia gara!"

Oggi possiamo rivelarlo Anna: qual'è stata la tua ricetta segreta?
"Dopo una pasturazione iniziale moderata con terra e fouillis, durante tutta la gara io ho alimentato solo con pastura, senza dare terra perchè entravano le bremettine ed i gardon ed era finita."

Che taglia di gardon possiamo trovare in Idrovia?
"Ce ne sono tantissimi e variano dai 10 ai 100/120 grammi. Anche le bremettine sono molto variabili, con esemplari da 10 grammi sino alle "nonne", non tante, da 1,5 chili. I carassi, che rappresentavano la mia scelta, sono nella taglia media da 300/400 grammi con qualche esemplare XXL."

La tua è stata una pescata a senso unico, impostata sui carassi quindi alla distanza massima?
"C'era anche la possibilità di trovare pesci a 5 pezzi di canna ma io ho preferito la lunghezza massima perchè le mangiate sembravano più regolari."

Vogliamo parlare di quali prodotti Tubertini consiglieresti a chi, domani, dovesse affrontare l'Idrovia per una gara vincente?
"Posso dirti quali ho usato io per le mie prove e gare! Come pastura ho usato un mix classico, dal colore nocciola, come l'abbinamento della Turbo Classic con la SuperCup, entrambe di Wan den Eynde, rodatissime in Idrovia. Per il fouillis da dare all'inizio ho mescolato Terra di Somma naturale e nera, per creare un colore sempre piuttosto neutro. Le lenze le ho costruite con il Next da 0.118 mm per la madre lenza e come terminali degli spezzoni da 30 cm sempre di Next da 0.094 e 0.108 mm per legare degli ami della serie 2 opaca del 18 e del 16. Io ho usato prevalentemente questa misura perchè i miei pesci erano... belli tosti! Come galleggianti ho testato con successo i nuovissimi PRO 124 da 0.50 grammi sino ad 1.50. Perfetti con la loro antenna in fibra di vetro!"

Prossimo appuntamento?
"Ostellato Covato, il 5 luglio. Purtroppo lì la vedo molto dura, vista la pescosità. Comunque vedremo, dai!"

 


                                                                                                                                         Angelo Borgatti