Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Amo d'oro FIPO: repetita iuvant!

Amo d'oro FIPO: repetita iuvant!

Dopo Ferruccio Gabba, insignito di questo prestigioso riconoscimento nel 2013, era toccato a Giuliano Prandi centrare il prestigioso traguardo dell'Amo d'Oro FIPO nel 2014; ebbene, il reggiano si é ripetuto anche nel 2015 collocandosi al vertice della specifica classifica che delinea il miglior pescatore di diverse specialità. Per la pesca al colpo, categoria nella quale gareggia il reggiano, il responso é delegato a Stefano Bastianancci, uno tra i più eminenti giornalisti del settore e redattore delle famose "Classifiche di Rendimento". Ricordiamo brevemente come funziona questo riconoscimento e come viene assegnato, annualmente, dal 2005 dalla FIPO, l'Associazione che riunisce la maggioranza delle Aziende produttrici, distributrici ed i rivenditori di articoli per la pesca sportiva. La graduatoria é redatta con coefficienti numerici in base a punteggi differenziati attribuiti a tutte le maggiori competizioni della specialità, nazionali ed internazionali, arrivando a creare una graduatoria assolutamente realistica del valore di un agonista nell'anno di riferimento. La costanza di risultati di Giuliano Prandi, figlio d'arte di Roberto, già Campione  Italiano individuale ed Azzurro negli anni '80, lo ha portato, tramite successi regolari sia con la maglia della Lenza Emiliana Tubertini che con quella della Nazionale, ad essere stabilmente da sette stagioni tra i primi tre della Classifica di Rendimento ed oggi, nuovamente, Amo d'Oro FIPO 2015 per la pesca al colpo.
Ripetersi, quindi, giova veramente Giuliano, come dicevano i latini!


                                                                                                                                         Angelo Borgatti