Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Domenica esaltante per i Lodigiani Tubertini

Domenica esaltante per i Lodigiani Tubertini

Domenica 5 giugno, in quel di Peschiera del Garda, si è disputata la prima prova del Campionato Regionale Lombardo. La competizione si é articolata in due giornate: due concorrenti per squadra hanno pescato il sabato, sotto un diluvio universale, mentre gli altri due sono scesi in pista la domenica.La gara è stata vinta dalla squadra A della Garisti Lodigiani Tubertini con 9 penalità, frutto di tre vittorie di settore ed un sesto. La tecnica usata in prevalenza dai Lodigiani é stata la roubaisienne, sulle distanze classiche di 11,50 e 13 metri. La velocità discreta dell'acqua del Mincio ha imposto l'uso di lenze da 2 e 3 gr, realizzate su del Tatanka Neutral da 0.125 mm per montare dei galleggianti della serie Pro 91. Come finali sono stati realizzati degli spezzoni di Fluorine dei diametri 0.083, 0.09 e 0.104 per legare degli ami del 18 e 20 della serie 27 e dei 22 e 24 della serie 30.Fondamentale, come sempre a Peschiera, l'uso di una buona pastura per il fondo iniziale per richiamare sul posto scardole e cavedani ed in questo caso la Fondo Pro abbinata alla Lasca Savetta Cavedano di Tubertini non ha rivali. Per l'alimentazione durante la gara sono stati impiegati prevalentemente bigattini e ghiaino incollati con l'arabica Rubber.A completamento della bella giornata della Lodigiani Tubertini anche l'eccezionale bis ottenuto nel campionato provinciale a squadre di Lodi, disputata sul Canal Bianco ad Ostiglia. La gara é stata appannaggio della formazione D dei Lodigiani, che con 9 penalità (1-2-3-3) precedono la squadra B (13 penalità:1-2-2-8). Nella classifica generale, dopo due prove conduce la Garisti Lodigiani Tubertini squadra B con 22 punti (9-13), seguita in seconda posizione dalla squadra D (21-9).

 

 

                                                                                                                                Angelo Borgatti