Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Formidabile Crevalcore Tubertini

Formidabile Crevalcore Tubertini

Gli aggettivi cominciano ad esaurirsi per questo Team Crevalcore Tubertini che sta letteralmente "distruggendo" il trofeo di serie B Emilia Romagna C ed ogni velleità delle altre concorrenti a suon di vittorie assolute. 

Anche il 3 settembre scorso, in Acque Alte, Garuti, Venturi, Salani e Mariani hanno imposto la loro legge fatta di punteggi minimi, solo 7 punti sul canale di Crevalcore, che li ha portati a totalizzare solo 24.5 penalità in tre gare!

A poco valgono gli sforzi delle altre compagini in corsa per tenere il passo dei capolista, poiché ad oltre metà campionato e due sole prove dal termine, il vantaggio dei crevalcoresi é già di 16 penalità, come dire: un enormità difficilmente colmabile, anche perché la prossima prova, in calendario sul Riolo a Malalbergo, ha le caratteristiche congeniali agli uomini di Garuti di fare bene, uomini che proprio su questo campo, lo scorso anno, operarono un sorpasso tanto inaspettato quanto bruciante sulle avversarie, proprio in finire di campionato.

Molto bene stanno facendo anche i ragazzi della formazione B, che sono attestati al terzo posto assoluto, pronti per una promozione in A2 certamente alla loro portata.

Due parole vanno obbligatoriamente spese per il campo gara delle Acque Alte, sempre molto interessante per la possibilità di usare le canne fisse medio/corte e per la grande prolificità che queste acque sanno esprimere tutti gli anni, una autentica miniera d'oro che andrebbe maggiormente tutelata e che invece, tra un mese, quando inizieranno le operazioni di svaso invernale sarà razziata da cormorani, aironi e... bracconieri. 

Anche se la presenza di pesci é numericamente altissima, questo non significa che sia automatico farne grosse pescate, perché con la pressione a cui sono sottoposti nelle settimane estive, questi diventano sempre più diffidenti e quando si disputano competizioni numerose come quella odierna, le pesate medie si riducono molto e le impostazioni di gara, da ricerca della velocità si trasformano spesso in gare di ricerca, dove ogni pesce va cercato con cura e pasturato con le dovute accortezze, come ci insegnano gli amici del Team Crevalcore, che in queste acque disputano tante gare nei mesi in cui é disponibile ed hanno imparato a decifrarne le tante sfumature.

Claudio Garuti - Team Crevalcore Tubertini

Claudio, tre gare del Regionale C e tre vittorie nette: non avete paura di diventare antipatici?

"Se il prezzo da pagare é questo, ben venga! Scherzi a parte, siamo molto contenti di questa vittoria perché avevamo preparato la gara con grande cura, cercando di prevedere ed impostare tutti i particolari di una pescata che, come avrai potuto constatare, é stata tutt'altro che facile. In tutto il mese di agosto abbiamo disputato varie garette di prova, alle quali hanno partecipato in tanti agonisti di questo regionale, e abbiamo visto le varie modifiche che sono intervenute nel canale, sino ad oggi."

 

Vogliamo parlare allora di questa formula magica del Team Crevalcore in questo canale?

"Non ci sono formula magiche ma solo l'osservazione del comportamento dei pesci nel corso delle settimane. Avevamo visto che con il prcedere del tempo i pesci aumentavano di taglia, diventavano più diffidenti e tendevano a stazionare più fuori, quindi siamo partiti con le 3 metri per passare alla 3.50 e alla 4nel corso della gara. In alternativa, si poteva usare la roubaisienne sui 5/6 pz se le condizioni diventavano, come oggi con il vento, più complicate per le canne fisse. Per correttezza devo dire che abbiamo avuto anche un po' di fortuna, fondamentale per vincere, con Mariani sorteggiato al numero 1 della 4^ zona ed io che ho avuto in sorte il 3° picchetto del 1° settore della 1^ zona. Ci sono dei bei pesci, di buona taglia e la pesca è veramente interessante e diversa da quello che si trova nella maggioranza degli altri campi gara."

 

Ci sono opinioni contrastanti sull'uso della pastura e sulla tipologia da usare in Acque Alte...

"Ti posso confermare che la pastura qui é fondamentale, così come la sua qualità, tipologia e modo di utilizzo. Dopo tante prove e confronti, oggi abbiamo scelto di miscelare un kg di Gold Medal Brown Tubertini con un sacco di Fondo Big Tubertini, addizionati di tortue di mais per renderla più morbida e farla lavorare molto velocemente."

 

E come lenze?

"Un altra accortezza importante, secondo noi, é stata quella di usare lenze leggere, 4x12 - 4x14, al massimo 4x16, realizzate con i CN di Tubertini montati su spezzoni di monofilo Next da 0.12 mm e terminali dello 0.10 per legare ami della serie 1T del 18. E come esche raparini o piccoli bigattini presentati a filo fondo. Tutto qui. E poi molte ore di pesca!!"

 

Ora il Riolo...

"Si, un campo non facile, diverso nelle due zone. Ma abbiamo una ventina di giorni per metterci a posto e... vendere cara la pelle!!!"

 


 

                                                                                                          Angelo Borgatti