Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Tubertini Day 2012

Tubertini Day 2012

Anche per il 2012 l’evento Tubertini Day è andato in scena sul palcoscenico di Ostellato Vecchio e, come solito, la regia di Paolo Bettella e dei suoi Pescatori Padovani Tubertini è stata impeccabile. 

Se a questo aggiungiamo poi che anche il meteo, inizialmente cupo e piovoso, dopo circa metà gara ha graziato i presenti concedendo loro anche qualche sprazzo di sole, favorendo non poco l’ottimo svolgimento della gara e del graditissimo “dopo gara”, a base di panini, formaggi, porchetta, vino e dolci che hanno letteralmente deliziato tutti i presenti, ecco spiegato come si possa definire questo Tubertini Day un ennesimo successo organizzativo per la compagine patavina.

Il 4 novembre scorso, poi, anche il Circondariale ha fatto la sua parte, dispensando ai quasi 300 presenti, tra concorrenti per il Colpo che per il Feeder, una buona quantità di catture considerando il periodo e l’impatto del giorno precedente, quando tutto il tratto a valle del km. 5 era stato occupato dai partecipanti al 3° Italian Master. Catture costituite prevalentemente da bremettine da 50/100 grammi, pescate prevalentemente (anche in questo caso in controtendenza con le edizioni passate) a roubaisienne anziché all’inglese, anche se no sono mancate le catture di taglia, soprattutto quando si è passati a pescare con un maggior appoggio sul fondo dell’esca. 

La presenza di tantissime di queste breme lascia veramente ben sperare per il futuro del canale dal punto di vista della popolazione ittica, sempre che minacce “esterne”, leggasi cormorani, bracconieri ecc, non si accaniscano in maniera eccessiva sul canale ferrarese.

La possibilità di impiegare anche fouillis e ver de vase ha certamente facilitato ed invogliato la presenza delle breme sulle pasture Tubertini e Van den Eynde, dispensate con generosità dalle tante coppie presenti, molte delle quali convenute appositamente in loco per onorare il brand del “Biancone”.

Come detto, da quest’anno nell’evento Tubertini Day è stata inserita una specifica zona destinata agli estimatori del Feeder Fishing, specialità sulla quale l’Azienda di Bazzano, sempre sensibile all’evoluzione tecnica della pesca sportiva e dell’agonismo, sta puntando fortemente, tanto da aver inserito almeno due formazioni specifiche tra le fila della Lenza Emiliana per la stagione 2013. 

Alla fine sono stati Busi Fabio e Gilli Cesare della Cannisti Renazzesi Tubertini di Ferrara, ad aggiudicarsi le due roubaisienne EXTREME CARP5000 destinate alla prima coppia assoluta, grazie agli 11.710 grammi di pesci messi in nassa. 

A poco più di 1 chilo Aroldi Luigi ed Aroldi Fabiano della Boretto Po Tubertini, che hanno portato in terra reggiana due bei panchetti SIMO completi. Terzo gradino del podio per Marco Corazza ed Andrea Polesi della Lenza Emiliana. Hanno completato il lotto dei vincitori assoluti, che si sono spartiti il ricco montepremi messo in palio dall’Azienda, rispettivamente: Aldegheri Daniele e Magrini Fabrizio del Team Crevalcore di Bologna, Bernardo Fezzoli e Mauro Zanolli de Lo Squalo Diamant di Brescia e Lorenzo De Maria ed Andrea Martelli del GPO di Bologna.

Stranamente, in questa occasione è risultata meno generosa la pescosità nella zona dedicata al Feeder, in netta controtendenza a quanto accaduto solamente il giorno precedente, in occasione dell’Italian Master, quando i praticanti questa disciplina avevano realizzato nasse da capogiro. Ad onor di cronaca va anche detto che le zone in cui sono stati dislocati i feederisti erano una agli antipodi dell’altra: nell’estremo tratto a valle di Covato il sabato (attorno al 250, per capirci) e, come detto, nel tratto a ridosso del cancello la domenica. Presumibilmente i tratti presentano una naturale differenza di concentrazione ittica che giustifica questo risultato.

 In questa sezione, comunque, hanno prevalso due neo acquisti della Lenza Emiliana Tubertini Feeder, Trani Giuseppe e Nonni Stefano, che con questo bel risultato hanno inaugurato al meglio il loro esordio tra le fila dei feederisti di Bazzano. Per loro un peso complessivo di 6.110 grammi, sufficienti a battere per una incollatura la coppia Paolo De Giudici/Andrea Berzacola del G.P.O. Tubertini. Terzi assoluti Verter Bergonzoni ed il Vicecampione italiano 2012 Riccardo Favalini, ancora del GPO Tubertini.

 

 

 

                                                                                                                                        Angelo Borgatti