Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
L' Anglers Club Tubertini, Campione d' Italia!

L' Anglers Club Tubertini, Campione d' Italia!

E' proprio il caso di dire "Finalmente Angler’s Club Bolzano Tubertini", perché i bolzanini erano quattro anni che ci provavano a portare nella bacheca sociale il Titolo per Società più prestigioso, il Campionato Italiano di Pesca con Esche Artificiali per squadre di Società!
In quattro edizioni precedenti del Campionato l’Angler’s Club era arrivato ben due volte secondo.
Non si sputa certo su una piazza d’onore, sull’argento, insomma, ma se si considera che la vittoria era sempre sfumata per un pelo tutte e due le volte, la prima a pari penalità, punti, pesci e persa per pochi grammi, la seconda sfuggita per mezza penalità, ecco compreso perché la voglia di riscatto era veramente tanta e la soddisfazione di questa vittoria quasi liberatoria.
Quest’anno, infatti, nella quinta edizione, “quelli dell’Angler’s” si sono rifatti: dopo un terzo posto nella prima giornata, la vittoria del secondo giorno e, finalmente, il tanto agognato Scudetto di Campioni d’Italia!
Nessuno meglio del Presidentissimo Luciano Innocenti, autentica anima della compagine altoatesina, é più indicato per parlarci delle scelte tecniche operate dai suoi quattro moschettieri, tra cui i pluri medagliati azzurri Andrea Ferro ed Arno Hermann.
"Andrea Ferro, detto il Capitano, Arno Herrmann, Matteo Parolari e Simone Salvadori hanno pescato con canne Seika: le Iridium e le Kizuri di metri 2,40 e 2,70 con potenze di lancio 0/10 e 5/20.
Le Seika Iridium sono state impiegate con il cucchiaino rotante e l’ondulante mentre le Kizuri le hanno riservate all'uso delle gomme, per sfruttare al massimo la loro grande sensibilità.
Lo Slam 2000 di Ryobi è stato il mulinello che l’ha fatta da padrone: estremamente scorrevole e leggero, ha completato l’attrezzatura di base perché montato su tutte le canne impiegate.
Come lenza  in bobina non poteva mancare lo Spinner, un nylon ottenuto dall’accoppiamento di due fili di diverso diametro, un “bifilo”, insomma, che annovera i pregi del nylon e una rigidità molto vicina a quella di un trecciato.
Oltre allo Spinner dello 0,165 che, grazie alle caratteristiche sopra descritte, garantisce ottime e sicure ferrate, il Gorilla Micro dello 0,148 si è reso necessario nei momenti in cui era d’obbligo pescare “più fino”.
Gli ondulanti impiegati nei momenti di ricerca sono stati logicamente quelli marchiati Seika Tubertini, tutti  gli ami, utilizzati per la pesca con le gomme sono reperibili sul catalogo della ditta di Bazzano: si tratta degli Owner SP01 e S59 (S74); opportunamente dotati di testine in tungsteno sono ottimi nella rotazione dell’esca e penetranti in maniera micidiale, mentre i rotanti impiegati sono stati precedentemente tutti modificati sostituendo le ancorette originali con le Owner ST 36, talmente affilate da garantire ferrate sicure.
Hanno fatto, infine, la loro parte i piccoli minnows di misura compresa fra i 3 centimetri ed i 5 centimetri di Seika ed Owner Cultiva.
E' superfluo dire che questo Titolo prestigioso é una grande soddisfazione per tutto Angler’s ma per il sottoscritto certamente un po' di più, ed il motivo lo puoi ben immaginare. La mia soddisfazione, come quella dei ragazzi che hanno vinto e quella di tutti i nostri Soci, é condivisa naturalmente anche con Casa Tubertini, nostro sponsor storico e sempre al nostro fianco."     


 

 

                                                                                                                                         Angelo Borgatti