Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Tritium mette la freccia e vince!

Tritium mette la freccia e vince!

Un campionato di alto livello quello disputato quest'anno da Giacomo Chiarini, Ivan Colò, Paolo Paolillo e Ivan Bissoli con i colori della Tritium Tubertini di Trezzo d'Adda (Mi).
Alla loro seconda stagione con il colori trezzesi, Charini e compagni hanno disputato le cinque prove in calendario a Peschiera, Cavo Lama, Bormida/Masio, Spinadesco ed infine Fissero, assestandosi sempre nelle prime posizioni per poi piazzare la zampata finale, e decisiva, proprio sul canale di cemento in provincia di Mantova, in occasione dell'ultima prova.

È proprio Giacomo Chiarini che mi racconta la loro gara vincente in Fissero:
"Abbiamo impostato la gara sulle placchette, sia a Garolda che a Ca’ Vecchia; solo nel largo di Ca’ Vecchia ci eravamo dati l’opzione di pescare i pesci grossi.
Per entrambe le zone abbiamo fatto un fondo iniziale a mano con della Turbo Black Van den Eynde tagliata con terra di somma, completamente scarica di esche; questo sia a 13 mt che a 6 pezzi.
Come mantenimento abbiamo preparato Argilla Chiara pura VDE con poco fouilles per la pesca delle placchette e Argilla Chiara VDE tagliata con bentonite, ricca di fouille preparata a pongo per la pesca a 13 mt per il pesce di taglia.
Abbiamo usato galleggianti Pro 78, sia per la pesca sotto che per la pesca a 13, con modelli di grammature da 1 a 2 gr; i nostri ami sono stati quelli del 20 della serie 2 opaca e, soprattutto in Garolda, anche della serie 1M, per le placchette, e del 16 della serie 2 opaca, per la pesca a 13 mt.
La gara è andata bene, riusciamo ad ottenere 12 penalità grazie ad un primo, due secondi ed un settimo di settore.
Personalmente sono ritornato ad usare, da 2 anni a questa parte, i prodotti Tubertini e posso confermare l’affidabilità ma soprattutto l’ottima qualità degli stessi, sia a livello di attrezzatura che a livello di terre e pasture!"





                                                                                                                                         Angelo Borgatti