Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Winter Cup 2012

Winter Cup 2012

GPO Tubertini brillante conduttore della Winter Cup 2012


Con la terza edizione disputata l’undici dicembre scorso, la Winter Cup è stata definitivamente consacrata come avvenimento di cartello della stagione invernale bolognese della Pesca al Colpo.

Questa prestigiosa manifestazione, organizzata dal GPO Tubertini di Bologna e disputata nell’ottimo impianto del Centro Sport Aria Aperta di Bentivoglio (Bo), mette a confronto formazioni di 9 elementi in rappresentanza di importanti punti vendita di articoli per Pesca Sportiva. Ogni componente della squadra (4 coppie ed 1 singolo) si confronta, testa a testa in scontri diretti, con un equivalente di un’altra squadra con il fine di maturare dei punti utili per la classifica finale. La particolarissima formula, unica nel suo genere, elimina in maniera quasi totale la componente aleatoria determinata dal sorteggio del posto gara e rende estremamente avvincente lo svolgimento della gara da parte di tutti i concorrenti, dal momento che ogni coppia può verificare direttamente il proprio andamento di gara in relazione alla coppia avversaria al suo fianco. Dopo il periodo di rodaggio delle prime due edizioni, la maggior parte dei concorrenti è entrata appieno nello spirito e nell’ottica della manifestazione e del suo meccanismo e ogni anno dimostra di apprezzarne sempre di più la peculiarità e l’unicità, apprezzamento che si verifica con i tempi di raggiungimento della massima capienza della manifestazione, 99 concorrenti, un traguardo raggiunto quest’anno in meno di 48 ore dalla comunicazione della data della gara, e con almeno altre 4/5 formazioni rimaste escluse per il tutto esaurito!

Fin dal suo esordio la Winter Cup ha portato nella sua formula e nello spirito dell’organizzazione la voglia di tentare qualche strada diversa da quelle dei soliti trofei ad iscrizione libera, proponendo alcune peculiarità uniche: oltre alla formula degli scontri diretti, la Winter Cup è stata la prima manifestazione con una premiazione jackpot, ossia una premiazione aggiuntiva alla ricca dotazione assoluta per la squadra che arrivi a totalizzare il massimo punteggio previsto, jackpot che si rivaluta di edizione in edizione nel caso non venga vinto. Per la prima volta, poi, probabilmente in ambito nazionale, in questa terza edizione è stata sperimentata con grande successo la modalità della pesatura in collegamento diretto con i computer preposti alla stesura delle classifiche, modalità che ha consentito, in tempo reale, di determinare le posizioni di classifica durante le fasi stesse della pesa e di offrire in tempi brevissimi il quadro generale della classifica finale. Si pensi che dopo soli 45 minuti dal fine gara si stavano già facendo le foto di rito dei vincitori con il trofeo!

Prima di decretare il giusto riconoscimento ai vincitori occorre dire che la gara era prevista a tecnica obbligatoria a roubaisienne, che la maggior parte dei presenti ha esplicato alla massima lunghezza prevista, ossia 13 metri, anche se non sono mancate delle catture effettuate a distanze minori, soprattutto nella sponda maggiormente mitigata dal tepore del sole, che non ha fatto mancare il proprio, gradito apporto alla buona riuscita della manifestazione, fugando a metà mattina i rigori della notte.

Vincitore della Winter Cup 2012 il negozio Ciccio Pesca di S. Lazzaro di Savena (Bo) con la formazione composta da Ventura, Mingardi, Maccarone, Farné, Grandi, Drusiani, Trentini ed i fratelli Faggion, che con 6.5 penalità precedono le compagini di Bazza Pesca Sport e De Franceschi, a pari merito con 6. Per i sanlazzaresi, oltre al ricco montepremi, il diritto di apporre la propria targhetta incisa sul piedistallo del Piatto che deterranno sino alla prossima edizione, oltre alla iscrizione d’ufficio a quota ridotta all’edizione 2013 della Winter Cup del GPO Tubertini. 



                                                                                                                                              Angelo Borgatti