Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Ostellato porta bene a Tritium e Carpanella

Ostellato porta bene a Tritium e Carpanella

La prima prova del Trofeo A/1 2012 ha preso le mosse dal Circondariale di Ostellato, precisamente dal campo del Mondiale settembrino delle Vallette. 

Purtroppo il campo di gara odierno non è che un pallido ricordo di quello che ha visto il trionfo dei nostri Azzurri poco più di sei mesi orsono e le migliaia di breme che lo popolavano lo scorso autunno sembrano inspiegabilmente ed irrimediabilmente scomparse…

Nonostante queste premesse di difficoltà estrema, le formazioni della Tritium Tubertini e della Carpanela Tubertini hanno saputo interpretare al meglio Covato, pur nella sua attuale avarizia di catture, classificandosi, nell’ordine, ai primi due posti della graduatoria di giornata.

Al termine, raccolgo dalle gentili e disponibili parole di Mario Casale, della Carpanela Tubertini, il racconto delle prove e soprattutto della difficile gara del 6 maggio scorso.

 

“Miei compagni nella spedizione ferrarese sono stati Sergio Borlani, Alessandro Negri e Cristian Torrioni. Consapevoli delle difficoltà attuali del campo di gara, il primo pensiero che abbiamo avuto è stato relativo al tipo di pasturazione da operare. La nostra scelta è caduta su di un mix di Turbo black Van den Eynde e Gold Medal Brown Tubertini, nella proporzione di 2:1 con l’aggiunta di 2 kg di Terra di Fondo Van den Eynde; come esche vi abbiamo aggiunto 100 grammi di bigattini stirarti e 100 grammi di caster. Per il fouillis abbiamo setacciato 2 kg di Argilla naturale e 3 kg di Argilla nera Van den Eynde, mescolate tra loro; un terzo di questo composto lo abbiamo preparato come pongo con ¼ di fouillis mentre il restante lo abbiamo tenuto per l’alimentazione di gara, sempre con ¼ di fouillis.”

 

Quali lenze avete preparato per le roubaisienne?

“Abbiamo scelto di montare lenze da 4x14 fino ad 1g realizzate con i PRO 107, la cui antenna in plastica ci consente un maggior margine di tolleranza sulla taratura. Come terminali abbiamo usato del Fluorine dello 0.083 – 0.090 – 0.104 per legare ami della serie 2 opaca del 14, 16 e 18.”

 

Che pasturazione avete fatto sulla canna ad innesti?

“All’inizio 10 palle di pastura e 8 palle di pongo.poi abbiamo alimentato con Argilla a fumare e piccole palline di pongo.”

 

E sull’inglese?

“Le T Match Elite da 4.20 light le abbiamo preparate con dei PRO 110 da 18/20 grammi da usare sulla distanza di circa 35 metri. Qui abbiamo fiondato delle noci di pastura, una ventina, e 5 palle di pongo. Come alimentazione anche qui dell’Argilla van den Eynde a fumare o più stretta, a seconda del momento.”

 

Com’è stata la gara, Mario?

“Difficile, come ce la aspettavamo. La partenza la abbiamo fatta tutti a roubaisienne, tenendo l’opzione inglese per la seconda mezz’ora, dall’inizio. Personalmente riesco a vincere il settore con poco più di 2 chili, pescando quasi tutta la gara all’inglese. Alla fine facciamo 12 punti totali che ci valgono la seconda piazza di giornata. Una grandissima soddisfazione, viste le difficoltà che il campo di gara propone in questo inizio di stagione. Ne voglio approfittare per ringraziare Mauro Belloni, il nostro riferimento Tubertini di zona, oltre a tutto lo staff aziendale che non manca di farci sentire la sua vicinanza.”

 

 

 

                                                                                                                                              Angelo Borgatti