Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Un podio tutto... di Lenza Emiliana!

Un podio tutto... di Lenza Emiliana!

Marco Volpi dedica questo ennesimo Titolo a due grandi amici suoi e della Tubertini: Giampiero Barbetta e Simone Carraro...

Che la Lenza Emiliana Tubertini fosse forte nella Canna da Natante lo si sa da tempo, ma che arrivasse ad occupare tutti e tre i gradini del podio del Campionato Italiano Individuale di specialità si può definire giustamente un trionfo!
E' quanto accaduto il 7 ed 8 giugno scorsi, in occasione delle due giornate dedicate a stabilire i nomi dei migliori della specialità: Marco Volpi, Paolo Volpini e Gabriele Brunettin, nell'ordine, hanno riempito i tre gradini del podio finale, sbaragliando il lotto dei 64 migliori concorrenti iscritti a questo campionato.
Le due prove da quattro ore ciascuna si sono svolte a Castro e Santa Cesarea Terme, in Puglia, ed i finalisti si sono affrontati suddivisi in 4 imbarcazioni da 16 concorrenti ciascuna. Difficili e molto selettivi i tratti di campo gara prescelti per questa due giorni, caratterizzati da ampie zone di fondale sabbioso raramente interrotto da qualche scoglietto, situazione che presuppone una pescosità abbastanza scarsa e volta alla ricerca delle boghe, se presenti, o di qualche pesciotto di fondo per raggranellare una manciata di punti.
Questo tratto di mare era già stato impiegato, nel 2006, per le finali del Campionato Italiano per Società, dal quale era scaturita una pescata quasi a senso unico sulle boghe.
Dalla constatazione, nei giorni precedenti, della assoluta assenza delle boghe e dalla necessità di poter avere un po' di pesca per garantire regolarità al campionato, è scaturita da parte della società organizzatrice una idea particolare per cercare di popolare il tratto interessato di pesci di superficie: posizionare dei sacchi di pastura di sardine, ancorati a delle boe all'interno del campo gara, per cercare di attirare in zona dei branchi di boghe erranti. Una soluzione certamente fantasiosa e particolare che ha lasciato gli agonisti con diverse perplessità, ma che si é rivelata azzeccata nel risultato, dal momento che la mattina del sabato il campo di gara é risultato popolato da boghette da poche decine di grammi ma sufficienti ad omogeneizzare il campo di gara e garantire catture per tutti.
La pescata é risultata molto tecnica e difficile, a causa anche del forte vento che soffiava sul tratto di mare interessato dalla gara. In queste condizioni e su questi pesci, un agonista di tecnica sopraffina come Marco Volpi non ha avuto rivali e si é imposto alla grande in entrambe le giornate, relegando anche distacchi notevoli ai colleghi di barca.
Per lui la soddisfazione del nono Titolo individuale e del 19° podio nelle ultime 20 edizioni del Campionato! Stratosferico!
Non da meno l'altro livornese della Lenza Emiliana, l'eterno amico/rivale di Volpi, quel Paolo Volpini che anche nel cognome registra un dualismo imbattibile con Volpi e rappresentano una parte preponderante della storia della Canna da Natante non solo italiana ma mondiale. Anche per Volpini la soddisfazione di due primi di barca nelle due prove, mentre deve cedere il passo a Volpi solo per la differenza peso sul totale. Tra i due un ideale, ennesimo, passaggio di testimone, poiché Volpini si era fregiato dello Scudetto individuale nell'edizione 2013 dell'Italiano individuale. Se i due livornesi hanno collezionato due primi di barca, non da meno é stato Gabriele Brunettin, compagno di club dei due in Lenza Emiliana Tubertini e prepotentemente lanciato nel gotha della specialità grazie agli impressionanti progressi avuti nelle ultime stagioni. Per lui l'onore della medaglia di bronzo in questo Italiano 2014.
E la supremazia della Lenza non é finita qui, visto che al quarto poso troviamo quell'Anthony Giacomini che, giovanissimo, ha già scritto pagine importantissime tra gli Under 23 e non teme ormai il confronto con nessuno dei Seniores, una autentica realtà oggi e una sicura promessa domani.
Con quest'ultimo alloro, Volpi raggiunge quota 26 Titoli italiani tra individuali e di Club, un autentico primato assoluto, non solo nella Canna da Natante ma probabilmente in ogni disciplina sportiva!

 

 

                                                                                                                                         Angelo Borgatti