Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Diego Plazzi Campione Italiano over 50 da riva

Diego Plazzi Campione Italiano over 50 da riva

Antesignano di una intera famiglia di agonisti e campioni, il ravennate Diego Plazzi del CSRC Portuali Ravenna Tubertini ha arricchito una bacheca già colma di importanti ricordi sportivi con il Titolo di Campione Italiano individuale Over 50 di Canna da Riva.

Plazzi, un passato di agonismo dapprima in acque interne e, soprattutto, in mare, ha più volte calcato le scene di tutte le massime manifestazioni della Canna da Riva, sia a livello individuale che di Società con i Portuali Ravenna Tubertini, con i quali ha più volte disputato gli Italiani di Società; assieme al fratello Giacomo, ha allevato, agonisticamente parlando, il nipote Alessandro, da anni ai vertici dell’agonismo da riva e da natante e punto di forza indiscusso della Lenza Emiliana Tubertini Canna da Natante e della relativa Nazionale. 

Come a dire: pesca ed agonismo a livello di DNA, di autentico imprinting genetico!

 

Il prestigioso successo, giunto a coronare il mezzo secolo di agonismo del sessantanovenne ravennate, è stato conquistato il 3 giugno scorso sul campo di gara interno della diga Sud di San Benedetto del Tronto. La gara, difficile per le condizioni del campo di gara, si è svolta per lui a due velocità: “La partenza è stata a boghe, poche e difficili, pescate a bolognese, che hanno retto per poco meno di due ore; poi è stato necessario passare alla pesca a fondo ai piedi della scogliera per raccattare qualche altro pescetto come bavose e simili. Alla fine vinco il settore con poco più di 2 chili, non tanti ma sufficienti per realizzare il miglior peso assoluto di giornata e vincere il Titolo.”

 

Diego, vuole raccontarmi con quali canne ed attrezzature ha affrontato la gara di San Benedetto?

Sostanzialmente ho impiegato due canne: una bolognese Level Tech 7100Sp Tubertini da 8 metri per la pesca delle boghe a galleggiante ed una Drifting Light Tubertini da 3.80 per la pesca con il piombino da 15 grammi alla ricerca delle bavose e simili. La lenza per le boghe era realizzata con un galleggiante TM03 da 2 grammi montato sul monofilo Gorilla UC4 dello 0.18 e con un terminale a due ami realizzato con del fluorocarbon ON57 dello 0.12 a legare due ami del 14 della serie 1B. Come pastura ho usato della Suspend Mare Tubertini per boghe miscelata con della Fondo Mare Magic Tubertini e delle sarde macinate. Come ti ho detto, le boghe sono finite dopo un paio d’ore e la parte finale della gara l’ho fatta a fondo con un piombino da 15 grammi che mi reso qualche altro pesciotto importante per arrotondare il peso.”

 



                                                                                                                                        Angelo Borgatti