Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
La Cannisti Funo e Tubertini per i giovani!

La Cannisti Funo e Tubertini per i giovani!

Domenica 5 giugno, presso i laghetti "del Pippi", è andata in scena la consueta gara di pesca dedicata ai più giovani pescasportivi, evento organizzato dalla Cannisti Funo grazie alla preziosa partnership con l’azienda felsinea Tubertini.
Dalle 8 del mattino i giovani partecipanti si sono riuniti per passare una giornata all’insegna dello sport all’aria aperta, a tutti è stato regalato un set di avviamento alla pesca composto da una canna dotata di lenze e le relative esche; non solo, sotto l’aspetto formativo i piccoli partecipanti hanno dovuto provare di sviluppare la principale virtù dei pescatori, la pazienza, elemento questo non proprio facilmente assimilabile dai più piccoli ma che almeno in questa assolata domenica di giugno sembra essere stata ben appresa da tutti i partecipanti.
La giornata è trascorsa velocemente, tra un succo di frutta e un pesce, permettendo a tutti i concorrenti di provare almeno una volta l’ebbrezza di vedere il galleggiante sparire dalla superficie acquatica. La giornata ha regalato innumerevoli emozioni: dai bimbi più piccoli che sono riusciti nell’impresa di prendere un pesce fino a qualche esperienza più drammatica come la dolorosa puntura di un pesce gatto ma questi, fortunatamente, sono stati solo sporadici episodi.
Tirando le somme possiamo dire che anche quest’anno l’obiettivo prefissatoci (avvicinare i più giovani a questa storica disciplina) è stato raggiunto e, come in ogni competizione che si rispetti, alla fine si è dovuta stilare una classifica nella quale a spuntarla è stato Simone Santillo, che dopo 4 edizioni riesce a primeggiare sul resto dei concorrenti portando a guadino ben 4,2 kg di pesce. Sul podio anche quest’anno ha trovato posto il gentil sesso, poiché al secondo posto si é piazzata Martina Landuzzi con un pescato pari a 2,2 kg; chiude, sul terzo gradino, Giosuè Pizzitola, alla sua prima esperienza con 2,130 kg.
La premiazione ha visto sollevare un trofeo anche Samuele Veronesi come concorrente più giovane.
Conclusioni: superfluo dire che il movimento della pescasportiva necessiti oggi più che mai di iniziative rivolte ad un pubblico più giovane, che possa avvicinarsi ed apprezzare questa “storica” disciplina, per questo motivo va sottolineato lo sforzo ed il contributo economico dell’azienda Tubertini senza la quale difficilmente tutto ciò avrebbe preso forma, l’auspicio, oltre naturalmente a quello di rivederci tutti l’anno prossimo e sempre più competitivi, è che si riesca sempre più ad organizzare momenti come questo, consci che oltre il fondamentale sforzo organizzativo delle società ci sia il sostegno di aziende come Tubertini che permettano la possibilità di vedere realizzati questi importantissimi eventi.
Ringraziamo infine il Sig. Lodi, proprietario del laghetto, che ha offerto una giornata di svago ai ragazzi  offrendo loro anche il rinfresco.

                                                                                                                                         Angelo Borgatti