Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Regionale E.R. B all'insegna Tubertini

Regionale E.R. B all'insegna Tubertini

Sempre più connotata dal giallo/nero questa edizione 2017 del Trofeo Regionale Emilia Romagna, girone B, che ha visto il Team Crevalcore Tubertini A aggiudicarsi anche la seconda prova, in calendario sul Campo Vecchio di Ostellato. Crevalcore ha dominato alla grande anche questa difficile gara e i ragazzi di Claudio Garuti sembrano avere le idee molto chiare e, soprattutto, ottima caratura tecnica; dopo la vittoria netta in Cavo Lama con 8,5 penalità si sono ripetuti oggi con 9 e sono già in possesso di una  preziosa dote di 8,5 penalità sulle dirette inseguitrici. Ma la forza di Crevalcore sta anche nella qualità complessiva del gruppo, visto che la squadra B ha condiviso il podio con i ragazzi della formazione A ad Ostellato e condivide anche le posizioni di vertice nella graduatoria generale. In mezzo, a reggere l'urto, una rinata Valdamone Tubertini A, seconda ad Ostellato e damigella d'onore nella graduatoria generale. Detto in breve delle classifiche, passiamo a spendere qualche parola sul redivivo Circondariale, che non smette mai di stupirci, in bene o in male, con i suoi repentini cambi di prospettiva e di resa in termini di pescato, qualità dimostrata non solo alle Vallette, dov'erano di scena i Big del CIS, ma anche nel Campo Vecchio, fatte salve le proporzioni dei pesi realizzati ed il valore tecnico medio degli agonisti impegnati. Nello specifico, la sorpresa maggiore direi che é rappresentata dalla buona presenza di plaquette, catturate in grande numero nelle prove e nelle garette di prova, molto meno oggi in gara ma comunque quasi sempre un'ottima alternativa alla pesca di pesci di taglia o, molto spesso, proprio prima scelta di approccio per molte squadre. La presenza di tante bremette, quasi sicuramente nate in loco vista la loro distribuzione pressappoco omogenea, fa certamente ben sperare per il prossimo futuro del canale. 


                                                                                                          Angelo Borgatti