Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Tubertini Day by Team Romagna Tubertini

Tubertini Day by Team Romagna Tubertini

Ieri, domenica 18 febbraio, presso i Laghi Pascoli, si è disputato il Tubertini Day del Team Romagna Tubertini. Ecco la cronaca della manifestazione preparata per tutti gli amici che seguono Tubertini.it da Angelo Borgatti.

Video della manifestazione

“Peccato per la pioggia continua ma é stato comunque un bel Tubertini Day!”

Questo il commento finale di tutti i 70 partecipanti alla bella festa messa in scena il 18 febbraio da Cesare Genghini e dal Team Romagna Tubertini.

La location prescelta é stata quella casalinga, per gli agonisti di Savignano sul Rubicone, dei Laghi Pascoli, a pochi chilometri dall’uscita autostradale di Rimini nord, un bell’impianto ricavato da vecchi lavori sul corso del Fiume Uso e perfettamente integrato nell’ambiente della pianura romagnola, ai piedi dei primi  rilievi dell’Appennino Tosco/Romagnolo.

Il Team Romagna, nato nel 2016 dalla fusione tra la ASD Bellaria/Miramare/Igea Marina e la ASD Città del Rubicone, dal 2018 veste i colori Giallo/Neri Tubertini e il Tubertini Day organizzato in quest’occasione ha voluto celebrare degnamente questa nuova sinergia. Invitati per l’occasione, oltre ai Soci del Team Romagna, anche rappresentative della Lenza Emiliana Tubertini, presente con uomini della caratura di Ferruccio Gabba, Giuliano Prandi, Marco Genovesi, Moreno Ravaglia e Marcello Corradi, del GPO Tubertini di Bologna, della Lenza BiancAzzurra Tubertini della Repubblica di S. Marino e dai marchigiani della ASD Mondolfo Tubertini.

Gran completo, quindi, sulle rive del Lago Pascoli, con un formidabile colpo d’occhio sull’ovale del lago principale della fisheries riminese, solo in parte rovinato da una pioggia regolare e persistente che é caduta impietosa sulle 70 roubaisienne sfoderate alla massima lunghezza e sui rispettivi sostegni umani per tutta la giornata, rendendo oltremodo difficile la pescata, caratterizzata da tipiche condizioni invernali.

La pescata é stata interpretata, infatti, con lenze di grammatura da 0.50 fino a 2 grammi con finali nell’ordine di 0.09/0.10 mm ed ami piccoli portanti esche generalmente proposte a filo fondo o con un appoggio generalmente contenuto, per insidiare le carpe, presenti con esemplari anche di taglia notevolissima, i carassi, le tinche e le amur presenti nel lago; non é mancata anche la cattura di uno storione.

Il regolamento particolare non prevedeva una limitazione nella bandiera di filo sopra il galleggiante, quindi quasi tutti, dopo una partenza sotto punta, si son allungati anche di alcuni metri fuori dal raggio della pasturazione iniziale, per cercare qualche pesce più diffidente; altra importate regola del lago, per limitare il rilievo di picchetti potenzialmente più favoriti, prevede l’assegnazione di un punteggio di 500 punti per ogni carpa, indipendentemente dal peso reale, quindi la gara è stata estremamente combattuta sino al termine, nonostante le catture XXXL realizzate da diversi concorrenti.

Al termine le classifiche di settore hanno visto prevalere ben tre atleti della Lenza Emiliana Tubertini, nell’ordine Genovesi, protagonista di un bel duello testa a testa con Riccardi, primo dei secondi di settore, Gabba e Ravaglia, che sportivamente hanno rimesso in palio i premi in materiale Tubertini. Primo dei premiati, quindi, come quarto assoluto, è risultato Roberto Piastra, che ha potuto portare a casa una bella roubaisienne Impact Tubertini completa di fodero e kit.

Secondo dei premiati, con un paniere Yellow Tubertini, Cevoli mentre il podio ideale si é completato con Merloni.

A seguire premi vari fino alla sedicesima posizione. La giornata è proseguita con una gustosissima mangiata di alcune specialità della cucina del lago, molto apprezzate da tutti i presenti.

Grande la soddisfazione del Presidente Genghini e del suo Direttivo, Turroni, Piastra, Ramilli, per la bella giornata trascorsa assieme a tanti campioni e per il promettente inizio di questa collaborazione con la Tubertini, dalla quale i ragazzi del Team Romagna sperano molto per la loro crescita tecnica.