Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Lenza Emiliana Tubertini leader Marche

Lenza Emiliana Tubertini leader Marche

Una formazione della Lenza Emiliana Tubertini ha partecipato, domenica 23 giugno, ad una bella iniziativa promossa dallo Spinning Club Castelbellino e dal suo Presidente Mauro Coltorti.

Il sodalizio anconetano, che vanta formazioni impegnate nello spinning, nel surf casting e, da quest’anno, anche nella pesca al colpo, ha ospitato Maurizio Biancoli, Jonata Ferrarini, Andrea Polesi e Rubens Raimondi, noti agonisti in forza alla società di Bazzano, che domenica hanno partecipato ad una competizione nel lago “Parco Planina”, mentre il sabato hanno proposto alcune novità tecniche della Casa di Bazzano, tra cui l’innovativo FIGHT INSERT, il semplice dispositivo che trasforma un kit classico in uno dotato di gestione esterna dell’elastico, ed illustrato una serie di lenze idonee ad affrontare con successo una competizione in carpodromo.

Presente anche Livio Casagrande, agente di zona Tubertini ed alcuni agonisti di altri sodalizi sponsorizzati Tubertini come la Golden Fish e la Lenza Cuprense.

La competizione ha registrato un’ottima percentuale di catture di carpe, carassi, breme e cavedani, ottimamente ambientati in questo impianto dalle acque eccellenti, pesci che hanno testato alla grande canne, elastici e fili degli agonisti presenti, tutti rigorosamente marcati Tubertini.

Assoluto di giornata per “Jhonny” Ferrarini, che la spunta su Polesi grazie a 15.760 punti complessivi. Bella prova di Cristian Gabarrini, giovane talento della Golden Fish Tubertini, e di Fabio Mastropasqua, autore di un bel testa a testa con Rubens Raimondi nella pesca corta.

Ferrarini e Raimondi sono risultati i primi assoluti della graduatoria generale, seguiti dal campione di casa Mastropasqua, a cui è andato il bel panchetto Tubertini “Simo” messo in palio dal negozio “Peter Pan”, punto di riferimento Tubertini per la zona. I due alfieri della Lenza Emiliana, infatti, hanno sportivamente rinunciato ai premi tecnici loro destinati dalla competizione a favore degli agonisti di casa. Complimenti!

 

 

                                                                                                                                        Angelo Borgatti - Foto di Giuseppe Trani