Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Media Tubertini Acquadolce
Tubertini Acquadolce
Il bel successo di Ridolfie e Ferniani

Il bel successo di Ridolfie e Ferniani

IL BEL SUCCESSO DI RIDOLFI E FERNIANI

Un podio ad un Campionato Italiano è un traguardo che non tutti riescono a centrare nel loro sport preferito, per tanti motivi. Ecco, quindi, che il bell'argento di coppia conseguito nel week end di fine marzo, ad Ostellato, da Paolo Ridolfi e Maurizio Fergnani della Lenza Romagnola Tubertini di Alfonsine (Ra), rappresenta un traguardo ancora più importante, perchè raggiunto con il sacrificio e la dedizione della passione.
Questa edizione del Campionato Italiano a coppie di pesca a feeder è stata certamente funestata dalle condizioni "difficili" del canale ferrarese ma questo non deve trarre in inganno sul valore di coloro che sono saliti sul podio generale al termine delle dieci ore di pesca in programma: anche in queste condizioni occorreva fare le cose bene e con convinzione, pronti anche dopo ore a cogliere "il segno" giusto per realizzare una cattura determinante. Questo è quello che certamente hanno pensato e fatto Paolo e Maurizio nei due giorni in cui hanno realizzato rispettivamente un secondo ed un primo di settore.
Ma sentiamo dal loro racconto le particolarità tecniche delle due gare:

"In gara 1 le condizioni dell'acqua era di forte velocità e velatura accentuata, condizioni non frequenti sul Circondariale e che complicano ulteriormente le cose. In entrambe le gare abbiamo preparato tre mix differenti di pasture, per affrontare sia le acque veloci che un eventuale rallentamento della corrente. Nella fattispecie il primo complesso prevedeva l'associazione di Turbo Black VDE con la Gold Medal Brown Tubertini e del Pane Belga VDE; la seconda opportunità prevedeva esclusivamente della Gold Medal Yellow Tubertini setacciata finemente; come terza pastura abbiamo preparato della Turbo Classic VDE con della Green Marine VDE e il solito Pane Belga VDE per renderla friabile e molto dinamica in acqua. La prima soluzione l'abbiamo usata, soprattutto in gara 1, come fondo di partenza perchè più tenace, mentre le soluzioni più soffici le abbiamo impiegate quando la velocità è diminuita e le acque schiarite. Il primo giorno abbiamo anche avuto la buona sorte di avere in sorteggio il primo picchetto del campo gara, posto in cui abbiamo realizzato il secondo di settore pescando prevalentemente corto, sui 30 metri. La domenica abbiamo vinto il settore alternando le linee a 30 e 50 metri.
Le nostre canne sono le classiche Focalize Tubertini da 12' e le Telica da 13' equipaggiate con i Vertigo della Ryobi. Come pasturatori abbiamo montato esclusivamente dei Rocket Nisa, sia nella versione large per la pasturazione iniziale che nelle versioni medium e small per la gara. Una sicurezza!"

Una domanda è d'obbligo a voi che avete affrontato Ostellato per questa due giorni oltre che per tante prove: una vostra idea sulle condizioni del campo gara?
"Certamente è una situazione difficile, perchè così poca risposta dal Circondariale non ce la si poteva aspettare, anche se il periodo è certamente precoce e le condizioni non semplici. L'impressione è di avere di fronte pochi pesci ma la motivazione di questo è difficile dirla con sicurezza. Vogliamo approfittare di questa occasione per ringraziare la Società Lenza Romagnola per il supporto che ci fornisce e lo sponsor Tubertini per le eccellenti attrezzature che ci mette a disposizione per le nostre gare.
Certamente parte di questa bella medaglia d'argento la dobbiamo anche a loro!"

I complimenti, però, sono tutti per voi! Bravi!!!

 

 

                                                                                                                                         Angelo Borgatti